Bottarga di muggine

La bottarga di muggine della Sardegna (tipica di Cabras) prodotta a Oristano dall'azienda Fabrizio Perra viene proposta in baffe e macinata.

Origini della bottarga

La bottarga di cefalo (mugil cephalus) spesso definita come il caviale sardo è uno dei prodotti dell’isola di maggiore eccellenza. É un alimento molto antico; si sono trovate testimonianze del suo utilizzo da parte dei Fenici, poi dei Cartaginesi e dei Romani. La bottarga è stata fino agli anni ’70 un alimento d’elite, riservato agli addetti ai lavori e conosciuta più che altro a livello locale, oggi la troverete facilmente nei migliori negozi e supermercati. La bottarga sotto forma di “baffe” intere è più pregiata, ed è costituita dalle sacche ovariche integre, che vengono estratte, salate ed esposte all’aria per la stagionatura. Le “baffe”meno stagionate hanno una colorazione che tende all’arancio carico, mentre con il proseguo della stagionatura assumono una colorazione sempre più bruna, compattandosi e diventando anche più saporite.

Bottarga macinata

La bottarga ha un sapore intenso e dal retrogusto amarognolo, quasi di mandorla. É particolarmente apprezzata in cucina anche perché è in grado di insaporire con poche calorie. Vi consigliamo la bottarga meno stagionata per preparare ottimi antipasti, affettandola a lamelle con un sottile filo d’olio extra vergine e un’aggiunta di cuore di carciofo o sedano, oppure servita su un crostino di pane imburrato. La bottarga più stagionata grattugiata trionfa con il suo sapore pieno su caldi piatti di pasta condita semplicemente con un filo di olio extra vergine d’oliva.

Share by: